22.4.17

Mio Signore e mio Dio

II Pasqua, A

Celebriamo oggi la seconda Domenica di Pasqua, detto anche l’Ottava di Pasqua. L’Ottava perché la Pasqua è una festa così importante che nella liturgia della Chiesa il giorno festivo dura otto giorni nel calendario. Quindi, nella preghiera della Chiesa, i giorni dalla Domenica della Risurrezione fino ad oggi, incluso, formano un solo giorno festivo, una grande festa.

Per questo, come Domenica scorsa, Domenica della Risurrezione, ci trovavamo alla tomba all’alba del giorno, ora ci troviamo alla sera dello stesso giorno, con i discepoli che hanno un’esperienza del Cristo Risorto. Ma, come dice il vangelo, quella sera il nostro poverino Tommaso non era con loro.

Poi il vangelo continua e parla della prossima Domenica e allora Tommaso è presente.