17.12.14

Rinati

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.
Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». (Mt 1,18-21)
Nelle parole dell’angelo, tutto il Vangelo è rivelato a San Giuseppe: per opera dello Spirito Santo, è concepito un Salvatore, Gesù.

Con la stessa azione lo stesso Spirito ci concepisce come cristiani, nelle parole di San Paolo, «perché ricevessimo l'adozione a figli.» (Galati 4,5)

Come diceva Papa San Leone Magno nell’Ufficio delle letture di 17 dicembre, «in virtù dello stesso Spirito da cui fu generato e nacque Cristo, anche noi, che siamo nati dalla concupiscenza della carne, nascessimo di nuovo di nascita spirituale.»

Rallegriamoci in questi giorni perché la nostra rinascita è vicina.

Nessun commento:

Posta un commento