5.10.12

La Condanna di San Francesco

Per piacere--ma anche per praticare l'italiano--sto leggendo Il nome della rosa di Umberto Eco. L'ho letto due o tre volte in inglese. Come frate francescano era molto interessante per me arrivare alla condanna di san Francesco di Jorge da Burgos:

...Francesco che de toto corpore fecerat linguam, che teneva sermoni dando spettacoli come i saltimbanchi, che confondeva l'avaro mettendogli in mano monete d'oro, che umiliava la devozione delle suore recitando il Miserere invece con un pezzo di legno i movimento di chi suona il violino, che si travestita da vagabondo per confondere i frati ghittoni, che si gettava nudo sulla neve, parlava con gli animali e le erbe, trasformava lo stesso mistero della natività in spettacolo da villaggio, invocava l'agnello di Bethlehem imitando il belato della pecora... (settimo giorno, notte)

Nessun commento:

Posta un commento